Palestrina

Giovanni Pierluigi da Palestrina

Giovanni Pierluigi nasce a Palestrina nella casa di Contrada del Piano tra il 1525 e il 1526. La Città di Palestrina e il suo cittadino più illustre sono strettamente ed affettuosamente legati dal nome che viene dato al musicista già dai contemporanei: il Palestrina, o più correttamente Joannes Petrus Aloysius Praenestinus.

Giovanni Pierluigi da PalestrinaNella sua città natale, invece, al giorno d’oggi e come se non fossero trascorsi cinque secoli, è chiamato semplicemente Pierluigi e la statua a lui dedicata è al centro di Piazza Regina Margherita. La carriera musicale di Pierluigi inizia in tenera età tra i pueri choriales in Santa Maria Maggiore, ma è in gioventù e nell’età adulta che lo si trova a prestare la sua magnifica opera nei luoghi più significativi dell’epoca, dalla Cattedrale della sua città natale, alla Cappella Sistina. Nel 1544 è organista e maestro di canto della Cattedrale di Sant’Agapito a Palestrina, sette anni dopo è maestro di cappella in San Pietro a Roma e cantore del coro papale, quando è pontefice Giulio III, già vescovo di Palestrina. L’opera più conosciuta del nostro principe della musica polifonica è però la famosa Missa Papae Marcelli, per papa Marcello II. Tra storia e racconto romanzato, questa composizione avrebbe scongiurato la messa al bando della musica polifonica dalle celebrazioni religiose nel periodo della Controriforma. Con papa Paolo IV, Giovanni Pierluigi deve lasciare la Cappella Sistina perché uomo sposato e non insignito degli ordini religiosi. Presta ancora la sua opera nelle basiliche romane di Santa Maria Maggiore e San Giovanni in Laterano, ma è anche il responsabile della musica per il Cardinale Ippolito II d’Este. Dobbiamo quindi immaginare il Palestrina personaggio di spicco nelle feste date dal cardinale nella sua villa a Monte Cavallo, quella che poi sarà il Palazzo del Quirinale, e nella Villa d’Este di Tivoli; qui a Tivoli nel giardino della Villa, tra gli alberi e i giochi d’acqua, è ancora oggi emozionante ascoltare le composizioni di Giovanni Pierluigi da Palestrina che si eseguono in occasione dei programmi concertistici in tutte le stagioni. Gli ordini religiosi minori li prenderà solo nel 1580, ma dopo un anno li abbandonerà definitivamente per sposare in seconde nozze una agiata pellicciaia, mentre continuerà a scrivere mottetti, madrigali e messe. E’ ancora nel pieno della sua attività creativa e conscio della fama e degli onori che gli vengono tributati, quando muore all’età di 68 anni.

La casa natale di Giovanni Pierluigi da Palestrina è visitabile, con biglietto d’ingresso, dal Martedì alla Domenica, dalle ore 9:30 alle ore 12:30. Si affaccia su Piazza della Liberazione e sul Giardino del Principe, dove sorgeva il palazzetto dei principi Barberini fino al bombardamento che lo rase al suolo nel corso della Seconda Guerra Mondiale. E’ un tipico edificio Cinquecentesco, restaurato nel 1995, con locali di servizio a piano terra (legnaia, stalle, cantina)e l’orto, che è oggi uno spazio per concerti all’aperto, mentre l’abitazione vera e propria era nei piani superiori. Questo luogo storico ospita oggi la sede della Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina, all’interno della quale è collocata la mostra biografica dedicata al musicista, una biblioteca specializzata sulla cultura musicale rinascimentale, una raccolta analitica delle riproduzioni delle stampe e dei manoscritti delle opere del Pierluigi.

Richiedi una visita guidata

Alcune immagini di Palestrina:

35,10,0,50,1
25,600,60,0,3000,5000,25,800
90,150,1,50,12,30,50,1,70,12,1,50,1,1,1,5000
0,2,1,0,2,46,15,5,2,1,0,20,0,1
Cattedrale di Sant' Agapito
Cattedrale di Sant' Agapito
Palestrina (RM) - Panorama
Palestrina (RM) - Panorama
Museo Archeologico Nazionale di Palestrina
Museo Archeologico Nazionale di Palestrina
Porta S. Martino - Fontana dello Pupazzo
Porta S. Martino - Fontana dello Pupazzo
Palestrina - Porta del Sole
Palestrina - Porta del Sole
Palestrina -Tempio di Fortuna
Palestrina -Tempio di Fortuna
Dall'alto di via del borgo, la bellissima vista sulla valle Latina e sul centro storico di Palestrina dove si scorge imponente la struttura del Duomo di Sant'Agapito Martire
Palestrina - Centro storico
Palestrina - Centro storico
Palestrina Antro delle sorti - Culto di Iside. Spazi dell'ex seminario
Palestrina - Antro delle Sorti
Palestrina - Antro delle Sorti